Sei in » Cronaca
20/03/2017 | 10:05

Un terribile episodio questa mattina alle prime ore di un nuovo inizio di settimana. Un 63enne č caduto gių dal palazzo della propria abitazione. Si avvalora la triste ipotesi del suicidio, l'ennesimo nel Salento nell'ultimo mese.


I carabinieri sul luogo della tragedia


Lecce. Un lunedì che più triste non si può. La città di Lecce questa mattina si sveglia con la notizia di una tragedia, una di quelle che purtroppo sono rimbalzate troppo spesso nell’ultimo mese tra Lecce e provincia.

Un uomo di 63 anni, alle prime ore del mattino, in base alle informazioni pervenute, è precipitato dal quinto piano di un palazzo che si affaccia su piazzale Grosseto, nei pressi di viale Giovanni Paolo II che conduce allo stadio Via del Mare.

Se alle prime battute l'episodio è sembrato essere un tragico incidente, poi col passare delle ore sono arrivate le conferme direttamente dalle Forze dell’ordine. Così, il territorio salentino fa registrare l’ennesimo suicidio nel giro di poco tempo.

A quanto si apprende, l’uomo era affetto da serie patologie e il precario stato di salute avrebbe portato a compiere l’estremo gesto.

Lo schianto al suolo non ha lasciato scampo, troppi metri dal suolo e troppo gravi le lesioni. Gli operatori del 118 che sono giunti sul posto nell’immediato non hanno potuto fare altro che constatare il decesso del 63enne. Gli accertamenti sono stati compiuti dai carabinieri di Lecce. Ora la salma verrà trasportata presso la sala mortuaria del Vito Fazzi di Lecce.

Soltanto qualche giorno fa un giovane leccese, con le stesse modalità del 63enne morto in mattinata, aveva tentato il suicidio. A salvarlo è stata la madre e necessario è stato il ricovero presso il Vito Fazzi di Lecce in condizioni gravi.

Un ripetersi preoccupante di notizie di tal genere che lascia sgomenti.




Il luogo dell' accaduto
La palazzina nei pressi di Piazzale Grosseto
Zona 167 pressi di Piazzale Grosseto
Autore: A cura della Redazione

0 commenti inseriti
Hai gradito l'articolo? Commentalo! |