Sei in » Sport » Calcio
16/07/2017 | 11:27

L'estremo difensore del Lecce, Filippo Perucchini, parla ai microfoni della sala stampa 'Sergio Vantaggiato': 'Il Girone C lo conosciamo bene, bisognerà stare attenti a tutte le squadre'.


Perucchini para un rigore


Lecce. A tutti gli effetti raffigura il pilastro basilare di una squadra forte, forse ancora work in progress, ma senza dubbio dalle potenzialità incredibili. Filippo Perucchini, estremo difensore del Lecce, parla davanti ai giornalisti presenti presso la sala stampa “Sergio Vantaggiato”. “Sicuramente rispetto allo scorso anno quando arrivai a gennaio, partire già con la squadra dalla fase di ritiro è un vantaggio. In più aggiungiamoci il fatto che per la maggior parte ci conosciamo già, l’ossatura dello scorso anno è stata mantenuta”.
 
Ripartire con compagni con i quali hai condiviso un periodo più o meno lungo rappresenta un vantaggio. La scelta di continuare con mister Rizzo in panchina è giustissima – prosegue il portierone giallorosso – una decisione nella direzione della continuità, dopo l’ottima lavoro svolto sul finire dello scorso anno. Ripartiamo dalle due gare con l’Alessandria, che abbiamo disputato in modo straordinario. In quelle due partite ci è mancata, sicuramente, un po’ di fortuna, vedi la traversa di Mancosu e quel pizzico di cattiveria in più per far gol, perché di occasioni da rete ne abbiamo avute molte. La strada della parte finale dello scorso torneo è, a mio avviso, quella giusta. Abbiamo dimostrato di essere una squadra forte, importante e che sapeva giocare bene al calcio”.
 
Uno sguardo al prossimo campionato: “Il girone C, purtroppo, lo conosciamo bene, bisognerà stare attenti a tutte le squadre. Quelle più attrezzate al momento , secondo me, sono Catania e Trapani, senza tralasciare il Matera, il Cosenza, la Juve Stabia, che sono tutte squadre forti”.
 
In questo girone – conclude –, comunque, non ti puoi permettere di sottovalutare nessuno”.




Autore: A cura della Redazione

0 commenti inseriti
Hai gradito l'articolo? Commentalo! |