Sei in » Sport » Calcio
11/01/2017 | 14:58

Doppio allenamento al 'Via del Mare' per il Lecce: dopo i due giorni in palestra e in piscina, i giallorossi tornano sul campo verde. Mario Pacilli si proietta alla sfida contro il Melfi: 'non si può sbagliare un colpo'. Per Torromino ancora 15 giorni in differenziato.


Mario Pacilli


Lecce. Con il maltempo che sembra allontanarsi, si torna alla ‘solita routine’ anche in casa Lecce che, dopo aver ripreso gli allenamenti dopo la sosta invernale a suon di manubri, tapis roulant e bracciate in piscina, oggi è impegnato in una doppia seduta direttamente sull’erbetta del lo stadio ‘Via del Mare’, sempre più libero dalla neve.
  
La truppa di mister Padalino si proietta così al ritorno del campionato fissato per sabato 21 gennaio quando in Salento arriverà il Melfi. Una gara particolare che giunge dopo il lungo riposo e nel pieno delle trattative del calciomercato di riparazione.
 
Non vuol sentir parlare di distrazioni, però, Mario Pacilli che tra un allenamento e l’altro si è concesso ai microfoni dei giornalisti. “La pausa c’è stata per tutti – ha commentato l’esterno – e adesso l’obiettivo è arrivare al massimo alla prima gara dell’anno”.
 
Un anno che dovrà segnare qualcosa di importante per lui e per il Lecce, sulla scorta di un 2016 che l’abruzzese inquadra come ‘positivo’. “Adesso inizia un nuovo anno: quello che mi sono lasciato alle spalle è stato particolarmente felice, con l’arrivo a Lecce che è stato il passo più importante. Poi sono contento di questa prima parte di stagione che ci ha permesso di arrivare alla sosta da primi in classifica”.
 
Elemento di spicco della rosa giallorossa, l’ex Cremonese si è rivelato una autentica sorpresa in questa prima metà di campionato: cinque i gol siglati in giallorosso giocando pressoché sempre sull’out destro dell’attacco: “In carriera ho giocato in altri ruoli e con altri moduli, persino il trequartista”. Da apprezzare anche il suo impegno in fase di ripiego, dove non si è mai risparmiato: “se c’è rincorrere – spiega – lo faccio più che volentieri”.
 
Ma si può vedere ancora un Pacilli ancora migliore? Molto umilmente l’attaccante afferma: “ritengo che in campo si possa sempre fare meglio: al momento sono soddisfatto di quanto ho fatto fino ad ora, ma mi piace pensare che si può crescere ancora”.
 
Al ritorno in campo il Lecce, forte dei suoi 43 punti, riprenderà il cammino da capolista. Primato, però, che al momento è costretto a condividere con Matera e Juve Stabia, con il Foggia distante appena due lunghezze. “Il torneo ci sta dimostrando come da ora in poi non bisognerà sbagliare un colpo: siamo tutti lì, il campionato è apertissimo con quattro squadre in due punti. Ricordo una annata simile nella stagione 2013/14 quando ero a Trapani: ai piani alti lottavano insieme a noi lo stesso Lecce, il Carpi e il Sudtirol. Ad ogni modo – conclude Pacilli –  il Matera ha dimostrato di essere forte, così come Juve Stabia e Foggia. Ma noi dobbiamo pensare solo al nostro cammino: i conti li faremo solo alla fine”.
 
A margine della conferenza stampa si è intrattenuto con la stampa il dottor Giuseppe Congedo, responsabile sanitario del club salentino, il quale ha voluto fare il punto della situazione sul recupero di Giuseppe Torromino. “Il ragazzo – spiega – contro il Matera ha rimediato un trauma contusivo notevole al ginocchio destro che ha comportato una tendinopatia.
 
Si tratta di un malanno rognoso, che non da tempi certi di recupero. Come staff sanitario abbiamo iniziato tutte le terapie mediche e fisioterapiche del caso, accompagnate da tutti gli esami strumentali possibili.  In questi giorni abbiamo avuto anche una consulenza sulla patologia che ha confermato la nostra diagnosi. Tempi di recupero? Ritengo che Torromino possa tornare in campo tra una 15ina di giorni: nel frattempo continuerà ad allenarsi a parte”, conclude il dott. Congedo.




Il dottor Giuseppe Congedo
Autore: Giulio Serafino

0 commenti inseriti
Hai gradito l'articolo? Commentalo! |