Sei in » Attualità
13/08/2017 | 14:07

Un appello a tutti coloro che sceglieranno di trascorrere il giorno Ferragosto in spiaggia, un invito quello dell'assessore all'Ambiente Carlo Mignone ad essere sentinelle nei confronti di chi, in barba ai divieti, darà vita a comportamenti scorretti


Il cumulo di rifiuti in spiaggia dopo San Lorenzo


Lecce. Lo scenario che si è aperto davanti agli occhi dei turisti e salentini all’indomani della Notte di San Lorenzo è stato terrificante. Le spiagge che avevano fatto da sfondo ai falò erano completamente ricoperte dai rifiuti, da cumuli di spazzatura e bottiglie di vetro. Un brutto ricordo del ‘divertimento’, un regalo incivile di chi era andato in riva al mare per cercare una stella cadente a cui affidare un desiderio. Memore di questo scempio, in vista di Ferragosto si moltiplicano gli appelli al buon senso come quello lanciato dall’assessore all'Ambiente, Carlo Mignone: no ai fuochi e ai rifiuti in spiaggia. 
 
«Il Ferragosto - dichiara Mignone - è una ricorrenza nel cuore dell’estate che va vissuta come un momento di festa e di ritrovo, anche sulle spiagge. Ma il numero considerevole di persone che affolleranno gli arenili può compromettere la pulizia e l’igiene, oltre che la sicurezza, come purtroppo avvenuto durante la notte di San Lorenzo, quando tonnellate di rifiuti sono state abbandonate nelle pinete, sulla spiaggia o sono finite in mare. Tutto ciò ha impegnato gli operatori ecologici, i quali, anziché pulire secondo il programma ordinario, sono stati costretti a implementare gli interventi straordinari per porre rimedio all'inciviltà e al malcostume».
  
È intollerabile che in una terra che vuole fare del turismo la sua punta di diamante si offrano cartoline così poco lusinghiere. Senza contare che ci si indigna ogni qual volta che la notizia di una discarica a cielo aperto fa capolino sui giornali. Il senso civico tanto sbandierato evidentemente fa acqua nel momento in cui ci si risveglia l’11 agosto trovando sull’arenile un letto di rifiuti.
  
«Per questo mi appello a tutti coloro che sceglieranno di trascorrere la serata di Ferragosto in spiaggia, invitandoli a tenere un comportamento corretto dal punto di vista ambientale e ad essere sentinelle anche nei confronti di chi, in barba ai divieti, darà vita a comportamenti scorretti come accendere fuochi o abbandonare rifiuti. Il mio invito è a sentire e tutelare come fosse casa propria il litorale leccese e le sue spiagge». 




Autore: A cura della Redazione

0 commenti inseriti
Hai gradito l'articolo? Commentalo! |