Sei in » Politica
20/09/2017 | 09:18

In merito alla questione sull'assistenza specialistica nelle scuole per gli studenti disabili, interviene Filomena D'Antini, dirigente di FI che si occupa da tempo di salvaguardia dei diritti umani. 'La ASL provveda subito a fornire il personale così come le compete'.


L'intervento a mezzo stampa di Filomena D'Antini


Lecce. Dopo la denuncia del dirigente del'istituto Superiore Deledda di Lecce e di alcune famiglie scende in campo Filomena D’Antini Solero, dirigente di Forza Italia che si occupa da tempo della salvaguardia dei diritti umani. L’assistenza specialistica nelle scuole per i ragazzi disabili non può e non deve esimere l’ASL di Lecce dalle sue responsabilità sovraccaricando oltre modo gli enti locali, comune e provincia, a farsi carico di competenze ed oneri che vanno oltre quelli riconosciuti dalla legge.

"Da anni la Asl ha garantito i servizi di assistenza a scuola per ogni ordine e grado, inviando il personale deputato a prestazioni sanitarie e sociosanitarie (stabilizzato ai sensi dell'art. 3 legge 40/2007, comma 38). Stranamente la stessa Azienda locale sanitaria chiede l'invio di operatori per casi estremamente gravi ai comuni e alle province”.

Tutto ciò non è accettabile e non rientra nelle prestazioni per le quali gli ambiti sociali di zona e le Province pugliesi sono chiamate ad intervenire nei servizi di supporto organizzativo all'integrazione scolastica".  Gli enti locali – ricorda sempre la responsabile regionale di FI dei Diritti Umani – hanno una competenza che concorre con le Asl proprio in ragione delle diverse disabilità e della mission naturale della stessa ASL.

Invero da un po’ di anni a questa parte si assiste ad una crescente riduzione del personale inviato dalle ASL nelle scuole a scapito degli alunni disabili e delle loro famiglie che ogni anno devono fare affidamento principalmente sul personale inviato dai Comuni e dalle Province che a loro volta  hanno subito notevoli tagli di risorse dal governo centrale”.

Pertanto, conclude la D’Antini, “l’ASL provveda immediatamente a fornire il personale alle scuole così come doverosamente le compete”.




Autore: A cura della Redazione

0 commenti inseriti
Hai gradito l'articolo? Commentalo! |