Sei in » Turismo
21/04/2017 | 15:38

La cittadina salentina parteciperÓ al Salone degli Olii extravergini di Puglia, in programma dal 22 al 25 aprile, con i produttori e altre eccellenze del suo territorio. In questo contesto presenterÓ l'Uliata De.Co.


Castello Carlo V


Lecce. Sarà presente anche Caprarica di Lecce con tutti i suoi produttori olivicoli, dal 22 al 25 aprile prossimi, presso il Castello Carlo V di Lecce, a OliÈ, il Salone degli Olii extravergini di Puglia.
  
La cittadina salentina, però, prenderà parte anche con altre eccellenze del suo territorio (l'antico Panificio Verri; la Masseria Chiusura di Sotto che alleva bovini in libertà, realizzando carne a "KM0"; Masseria Stali - con la sua rinomata cucina; il Kalos - il più grande archeodromo sull'età messapica; i ristoranti Oltregusto e Vizio del Barone).
  
OliÈ è un evento in collaborazione con il Comune di Lecce che si terrà nel cuore della “Capitale del Barocco” e si trasformerà in un vero e proprio palcoscenico diffuso per inaugurare la più importante manifestazione interamente dedicata alle migliori produzioni di olio extravergine d’oliva.
  
Numerose le iniziative a fare da cornice alla manifestazione tra cui: talk show e incontri sul tema dell'olio extra vergine d'oliva, buyers, degustazioni di olio e oltre 50 produttori di olio extravergine di oliva che aderiscono alla rete delle Città dell’Olio, potendo vantare una produzione di Olio Extravergine d’ Oliva di qualità o di Olio d’Oliva Extravergine Dop, diventata ormai un vero e proprio motore economico per i territori a forte vocazione olivicola.
  
In questo contesto Caprarica di Lecce presenterà l'Uliata De. Co. del Panificio Verri.
  
Le denominazioni comunali (De.Co.) sono marchi di garanzia nati in seguito alla legge nº 142 dell'8 giugno 1990, che consente ai Comuni la facoltà di disciplinare, nell'ambito dei principi sul decentramento amministrativo, in materia di valorizzazione delle attività agroalimentari tradizionali. 




Il logo dell'Uliata
Autore: A cura della Redazione

0 commenti inseriti
Hai gradito l'articolo? Commentalo! |